12° Congresso di Legacoop Piemonte. Giancarlo Gonella confermato Presidente

12° Congresso di Legacoop Piemonte. Giancarlo Gonella confermato Presidente

Si è svolto lo scorso 16 Marzo 2019 a Torino il 12° Congresso di Legacoop Piemonte.

Al termine di un intensa giornata di lavori Giancarlo GONELLA è stato rieletto Presidente di Legacoop Piemonte.

Nella sua relazione il Presidente GONELLA ha analizzato nel merito e messo in risalto cos’è la cooperazione nel territorio piemontese e nel nostro paese e messo in campo la proposta politica e progettuale dell’organizzazione di questo territorio all’interno del più complessivo impegno e progetto di Legacoop Nazionale: “In Piemonte gli effetti della crisi sono stati e sono profondi. Acuiti, nell’ultimo periodo, in particolare nel settore delle costruzioni e delle infrastrutture. Sul piano delle risposte alla crisi voglio citare il caso virtuoso della Cartiera Pirinoli di Roccavione in provincia di Cuneo. Un’azienda fallita e trasformata in cooperativa con il sostegno della legge Marcora, della Regione Piemonte, di Coopfond e di CFI, dell’impegno dei lavoratori attraverso i quali è stato possibile rilanciare la cartiera trasformando l’azienda privata in cooperativa e tutelando oltre 100 posti di lavoro in una zona che altrimenti non avrebbe offerto altri sbocchi occupazionali. Non è uno strumento risolutivo di tutti i casi di crisi, in gergo “workers buyout”, ma nei casi in cui l’azienda ha spazi di mercato è uno strumento importante.

La questione di fondo nella nostra regione è che è indispensabile rilanciare gli investimenti soprattutto nelle infrastrutture, che a loro volta diventano attrattivi di investimenti anche in altri settori. E occorre anche superare l’attuale incertezza politica, che allontana gli investitori”.

La cooperativa come strumento alternativo all’egoismo, sviluppo di nuova cooperazione e rinnovamento generazionale è emerso con forza da tutti gli interventi della mattinata.

A partire dalle autorità che hanno portato il loro contributo come Vincenzo ILOTTE presidente della Camera di Commercio di Torino, Alberto SACCO Assessore al Commercio della Città di Torino e Sergio CHIAMPARINO presidente della Regione Piemonte che nel suo intervento ha commentato: “L’ispirazione di fondo del movimento cooperativo storicamente è di una comunità che vuole cooperare per fare, per garantire un bene di prima necessità come la casa, per mettere insieme persone che hanno perso il lavoro per ricominciare a produrre, per dare una mano ad anziani e disabili o per chi ha necessità, per consentire alle persone che hanno bisogno prodotti a prezzi accessibili e di qualità, un ispirazione di fondo che è assolutamente attuale e preziosa per affrontare lo spirito del tempo, in cui prevale l’egoismo che porta a tutti quelli elementi di divisione della nostra società che sono in larga parte dei rischi regressivi con i quali ci misuriamo”.

Dopo gli interventi di Alberto GARRETTO, presidente di AGCI Piemonte e Giancarlo BERTA, segretario di Confcooperative Piemonte, grande la partecipazione dei Cooperatori durante la giornata.

La presenza cooperativa in Piemonte di tutti i settori ha fatto sentire la propria voce: dalle cooperative sociali, che sviluppano servizi alla persona e l’inserimento lavorativo di persone svantaggiate, un centinaio di imprese che, in questi anni difficili, non solo hanno retto sul piano occupazionale e dei fatturati, ma hanno dato segnali di crescita.

Il settore dell’abitazione e delle cooperative edilizie è un nostro punto forte e nell’ultimo periodo Legacoop abitanti ha sviluppato diverse iniziative di rilievo nel settore dell’housing sociale. In questo ambito, in Italia siamo una delle realtà più significative. Siamo poi fortemente presenti nel mercato del consumo cooperativo della grande distribuzione con Novacoop e il Conad, che confermano una forte capacità sul mercato e sviluppano investimenti di rilievo su tutto il territorio regionale.

Di futuro ha parlato Giovanni MONTI, Vice presidente di Legacoop: “Legacoop è un soggetto che rappresenta delle entità Economiche, delle imprese, ma vogliamo essere un soggetto che rappresenta e mette in campo una politica, certo autonoma, non separata e non indifferente rispetto ai contenuti che riesce ad essere davvero un luogo nel quale si ritrovano i cooperatori nel confronto con le istituzioni e con tutte le entità sociali ed economiche con le quali ci troviamo a lavorare. La nostra autonomia è dimostrata dalla nostra capacità autonoma di mettere in campo idee, valutazioni e proposte, la forza dell’azione cooperativa che complessivamente rappresentiamo”.

Il 12° Congresso di Legacoop Piemonte si è concluso  con una relazione finale  che ha messo in evidenza come emerga con forza l’esigenza di mantenere, e addirittura rilanciare, il ruolo insostituibile dell’Organizzazione, come elemento di collante, di integrazione, di difesa di comparti in difficoltà e sostegno a quelli in sviluppo, interlocutore che deve acquisire sempre più autorevolezza nei confronti della politica, della pubblica amministrazione, delle altre parti sociali del mondo dell’informazione.

In questo, le Cooperative aderenti a Legacoop si pongono, con convinzione e orgoglio, in antitesi allo spirito dei tempi, che vorrebbe, al contrario, considerare obsolete le forme di intermediazione, svuotando di significato i corpi associativi. La platea congressuale ha deciso così di individuare, con una operazione non facile e coraggiosa, un obiettivo programmatico prioritario per ciascun ambito settoriale, invitando tuttavia l’organizzazione a mantenere alta l’attenzione sull’insieme dei problemi e delle opportunità di ciascuna categoria di aderenti.

“Il documento conclusivo del nostro 12° Congresso indica una serie di impegni non semplici che dovremo seguire come gruppo dirigente nei prossimi mesi – ha concluso GONELLA -La gran parte del mio lavoro dovrà inoltre essere dedicata al rinnovamento generazionale dello stesso gruppo dirigente, essendoci tutte le condizioni perché ciò possa avvenire.”

 

Articolo precedente Biennale della democrazia Torino, 27-31 marzo 2019
Prossimo Articolo (Tentativi di) Rivoluzioni Abitative
Stampa
2344 Rate this article:
4.0

Name:
Email:
Subject:
Message:
x