• Login
Beni immobili, il regolamento della Città di Torino esclude cooperative e imprese sociali

Beni immobili, il regolamento della Città di Torino esclude cooperative e imprese sociali

Il nuovo regolamento per i beni immobili che il Comune di Torino ha redatto nelle scorse settimane prevede di fatto l'esclusione di imprese sociali e cooperative dalla possibilità di vedersi concessi spazi e edifici della Città a prezzi calmierati. 
Una scelta che mette a rischio sia le attività che già hanno in atto concessioni da parte di Palazzo di Città, sia quelle future in ambito sociale, culturale e sportivo qualora un'associazione decidesse di trasformarsi in impresa sociale, alla vigilia del completamento della riforma del Terzo Settore. 
Legacoop Piemonte nei giorni scorsi ha inviato una lettera a tutti i Capigruppo del Consiglio Comunale per chiedere di rivedere e modificare il regolamento. Giovedì 8 aprile il Presidente Dimitri Buzio, assieme al Presidente di Confcooperative Gianni Gallo, saranno ascoltati in I Commissione consiliare. 

Leggi l'articolo su Repubblica Torino

Informativa Cookie

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Proseguendo la navigazione del sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni leggi l'informativa estesa sull’uso dei cookie.

Formazione

InforCoop ECIPA

Settori

Servizio Civile